AUDITORIUM SAN GIOVANNI

Vieste

via vescovado

Aperto tutti i giorni dalle 17:00 alle 21:00

Luigi Presicce

La torre trasmittente

Una performance che è una messa in scena di un dettaglio, spesso trascurato. La visita di Nembrot, re di Babilonia, al cantiere dove schiere di lavoratori erano all’opera per costruire l’immensa torre di Babele in Sennaar – che occupa la quasi totalità del quadro e del paesaggio – nel dipinto di Pieter Bruegel il Vecchio.

Il nostro Nembrotto, come lo chiama Dante, arriva ai piedi di una nostra torre costiera che sta per essere in qualche modo “continuata” nella sua altezza. La performance non celebra la riuscita ma un momento qualunque della costruzione. Il re alla maniera dei nostri giorni ha ingaggiato una ditta di costruttori per ampliare la torre esistente e aumentarne la capacità di trasmissione. La torre di Babele è diventata una grossa antenna ripetitore, è una torre trasmittente. Dal modellino che gli architetti mostrano al committente la torre ospita fino a tre trasmettitori. Alle loro spalle, la torre costiera continua – ancora – la sua attività centenaria di avvistamento e segnalazione tramite la presenza di figure umane che si fanno voce tramite fumogeni da nautica.

Connessioni

Questa venue è collegata alla precedente e alla successiva ospitando opere di Gabriella Ciancimino (Taranto) e di Pamela Diamante (Trani)

Work in progress

Luigi Presicce

Luigi Presicce (Porto Cesareo, 1976) vive e lavora a Firenze. A Lecce ha studiato all’Accademia di Belle Arti. Ha scelto di non discutere la tesi. Qui fonda, assieme ad altri artisti, Archiviazioni, per indagare e discutere il sud contemporaneo. Studi indipendenti hanno influenzato la sua ricerca. Diverse le residenze artistiche in Italia e all’estero cui partecipa, numerosi i premi e i riconoscimenti già ottenuti, tra cui l’Epson Art prize (Como) e Premio Talenti Emergenti, CCC Strozzina (Firenze). Ha realizzato diverse performance artistiche in festival e manifestazioni europee e extra-europee.

#stacometorre

#custodiamolaculturainpuglia

#weareinpuglia