Monumento al Marinaio

Brindisi

via Duca degli Abruzzi

Aperto dal lunedì alla domenica. Chiuso il mercoledì. Dalle 10:00 alle 18:00

Coclite / De Mattia

Torri orizzontali

Iper-visibilità, torri in disfacimento, la linea dell’orizzonte portata altrove. Coclite e De Mattia si concentrano sul vedere. Vedere ed essere visti da una torre che non difende più, dalla quale più nulla si avvista e vedere ed essere visti attraverso il web. Vedere, controllare. Essere visti e controllati. Questo per Coclite. De Mattia agisce sull’orizzonte ricalcandolo. Durante una performance documentata, su una rete che non nasconde ma dissimula, lo incornicia e lo sposta nel luogo della mostra.

Nello spostamento gli autori ragionano su quello che accade alla nostra percezione del luogo, all’identità che cogliamo quando la visione è mediata, filtrata. Termini scientifici come aberrazione e distorsione identificano momenti naturali dell’esperienza della visione e rivelano le contraddizioni dei luoghi visti, dei territori esplorati, segnano l’inevitabile frammentazione della nostra visione – le torri in disfacimento – ancor più perché sottoposti ad un flusso dissennato e senza fine di immagini. Un flusso che paradossalmente porta ad una compromissione e perdita di significato della nostra visione, come torri orizzontali.

Connessioni

Questa venue è collegata alla precedente e alla successiva ospitando opere di Lucia Veronesi (Polignano a Mare) e di Elena Bellantoni (Tricase Porto)

Work in progress

Luca Coclite

Luca Coclite (Gagliano del Capo, 1981) partecipa a diversi programmi di residenza artistica, vince una borsa di studio NCTM e l’Arte per sviluppare un progetto di ricerca all’Experimental Intermedia di New York. Si concentra sull’immagine contemporanea legata al paesaggio e all’architettura. Ha esposto a Roma e Bologna e ha collaborato diversi progetti artistici e curatoriali – Ramdom e Casa a mare e ha fondato, con Laura Perrone, studioconcreto.

www.lucacoclite.it

Giuseppe De Mattia

Giuseppe De Mattia (Bari, 1980) vive e lavora a Bologna. Qui collabora con Home Movies, Archivio nazionale dei film di famiglia e con la Cineteca. Ha lavorato da solo o in collettivi – Coclite/De Mattia, Casa a Mare (con Coclite e Claudio Musso). Si concentra sul rapporto tra memoria e contemporaneo utilizzando i linguaggi della fotografia, del video e del suono. Nelle ultime opere utilizza il disegno e la pittura. Dal 2015 è attivo il suo progetto editoriale Libri Tasso.

www.giuseppedemattia.it

#stacometorre

#custodiamolaculturainpuglia

#weareinpuglia